Gli esploratori di ogni epoca hanno viaggiato per il mondo sperando di trovare un angolino ancora sconosciuto. Da secoli, i cartografi hanno tentato di rappresentare su carta le distese del mondo, fedeli al lavoro di questi esploratori e ai cambiamenti politici. Oggi, queste vecchie mappe sono molto apprezzate, perché si tratta spesso di oggetti decorativi di pregio. Sono ambite soprattutto dai collezionisti, che cercano pazientemente queste briciole di storia che ci conducono verso il mondo che conosciamo oggi.

La cartina più antica a noi nota risale al 2600 avanti Cristo, in Mesopotamia. Si tratta tuttavia di una scoperta quasi unica. Sarà necessario attendere la fine del XV secolo e soprattutto i secoli seguenti per trovare delle carte geografiche.

A partire dal XVIII secolo, le cartine sono relativamente comuni e rappresentano paesi, città o regioni. Esistono diversi tipi di cartine in geografia, a seconda di ciò che i lettori delle stesse desiderano trovarvi (rilievi, edifici, frontiere, demografia, ecc.).

L’arte della cartografia conta alcuni grandi nomi. Si pensa evidentemente subito a Mercator che già nel XVI secolo ha realizzato delle cartine, ma anche a Ferraris in Belgio e a Cassini in Francia. Sono infatti quattro generazioni di Cassini che hanno disegnato la prima cartina topografica francese.

Su Delcampe, è possibile acquistare belle cartine d’epoca sia di paesi che di regioni. Più la cartina è antica e in buono stato, maggiore sarà il suo valore. Questo articolo è corredato delle immagini di alcune cartine vendute su
Delcampe.

 

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.