Eh no, non parliamo né di un animale, né di un uovo; l’Occhio di bue è anche il nome di un francobollo e non di uno qualsiasi. L’Occhio di bue è il nome dato ai primi francobolli del Brasile.

La prima emissione dell’Occhio di bue risale al 1° agosto 1843. Lo si riconosce per le cifre scritte in grande. È successiva a quella del Regno Unito, di New York e di Zurigo, ma precede tutti gli altri paesi del mondo. L’emissione comprende tre francobolli da 30, 60 e 90 reis. Con un francobollo da 30 reis si poteva spedire una lettera all’interno di una stessa città, con 60 reis la lettera poteva circolare tra le città del paese. Infine, il 90 reis serviva per la posta destinata all’estero. I tre valori erano stampati insieme su strisce di 6 francobolli. Un foglio conteneva 18 esemplari di ogni valore.

 

I francobolli sono di forma quadrata, non dentellati, e le cifre sono indicate all’interno in un grande ovale decorato, da cui deriva il nome di Occhio di bue. Questo motivo verrà utilizzato in Brasile per più di 20 anni. Il primo francobollo con “testa coronata” risale infatti al 1866. Vi è impressa l’effigie di Pedro II. Questi primi francobolli sono stati sostituti l’anno seguente da un’emissione con 7 valori diversi. Hanno avuto una circolazione ridotta e la maggior parte dei francobolli emessi sono stati distrutti.

Si tratta quindi di pezzi molto rari che in buono stato di conservazione raggiungono valori superiori alle centinaia di euro.

Scoprite i primi francobolli del Brasile in vendita su Delcampe!

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.