Avendo appena festeggiato il suo sessantesimo compleanno, Barbie si è fatta un lifting, apparendo per la prima volta sul grande schermo interpretata da un'attrice! Quindi aveva perfettamente senso dedicare un articolo alla bambola più famosa del mondo.

Commercializzata dal 1959 dalla ditta Mattel, Barbie ha sedotto miliardi di bambine. Avendo praticato migliaia di mestieri, possedendo abiti di grandi stilisti o rappresentando personaggi famosi, ci sono diversi modi per collezionare Barbie!

La storia di Barbie inizia con un plagio

Nel 1945, Harold Matson ed Elliot Handler fondarono la Mattel, un’azienda produttrice di giocattoli. Nel 1956, mentre la famiglia Handler è in vacanza in Svizzera, Barbara, la figlia della coppia, chiede una bambola, la Bild Lili. Questa bambola tedesca è adulta e la bambina adora questo giocattolo. Questa bambola ha ispirato Mattel a crearne una sua, che hanno chiamato Barbie, abbreviazione di Barbara, in omaggio alla figlia degli Handlers.

È il 9 marzo 1959 che la Mattel presenta Barbie alla Fiera Internazionale del Giocattolo Americana di New York. Il successo è lì ed è solo l’inizio!

L’azienda tedesca ha cercato di far valere i suoi diritti ma di fronte al colosso Mattel ha finito per accettare una proposta finanziaria e qualche anno dopo è fallita.

 

Se la prima Barbie indossa un costume da bagno bianco e nero, per adattarsi meglio ai primi televisori che non hanno ancora il colore, molto rapidamente Mattel capirà tutto il potenziale dei prodotti derivati dalla bambola. I vestiti danno infinite possibilità. Barbie può essere bionda, bruna o rossa (dal 1961). Ken, il fidanzato di Barbie, appare anche lui nel 1961. Ha questo nome in riferimento a Kenneth, il fratello di Barbara Handler. Nel 1964, aggiungiamo Skipper, la sorellina di Barbie tra le bambole. E nel 1970, Christie, la prima Barbie nera.

Barbie a centinaia

Da lì, tutto è possibile! Barbie etniche (giapponesi, indiane…), edizioni limitate natalizie (dal 1986), Barbie con personalità (Lady gaga, Marylin Monroe o Cindy Lauper…) o anche principesse e regine (Maria Antonietta, Lady Diana…) o Barbie vestite da grandi stilisti (Givenchy, Dior, Versace…).

Barbie vive al passo con i tempi. Le nuove bambole si allontanano dalla donna perfetta con il seno grande e la vita sottile. Alla lista è stata aggiunta una Barbie “Curvy” carnosa, una Barbie non generica e una bambola con la vitiligine che è stata presentata nel dicembre 2019.

Non c’è dubbio che la bambola che fa sognare la sua terza generazione di bambini ha ancora molti anni da vivere. Anche se le vendite tendono a diminuire a fronte di concorrenti più economici, Barbie rimane leader nel suo mercato. Oltre alle bambole, ci sono molti altri prodotti per le bambine: dai DVD ai cuscini, ai caschi da bicicletta, ai salvadanai e alle magliette, la Mattel ha sfruttato appieno le incredibili opportunità offerte dalla bambola con il sorriso angelico! Scoprite le Barbie in vendita su Delcampe!

 

 

Héloïse

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.