Sei un collezionista e quindi non ti diciamo nulla di nuovo quando affermiamo che pulire un oggetto non è di per sé una buona cosa.

Il numismatico ci tiene alla patina originaria. Il filatelico andrà a caccia della linguella, il collezionista di tavole a fumetti andrà in estasi per il segno della matita ancora visibile sotto l’inchiostro …

Ancora una volta, bisogna constatarlo, il collezionista appartiene a una razza a parte!

Non è che sia allergico ai detersivi, ma pulire alcuni oggetti equivale a eliminare buona parte del loro valore e soprattutto della loro storia.

Perché sì, anche questo è lo spirito del collezionista: preferire un oggetto invecchiato a un oggetto nuovo. E qui gli esempi sono numerosi:

Chi ama i fumetti preferirà spesso pagare una fortuna per un’edizione originale con uno o più errori di ortografia o con colori mancanti, se non addirittura inesistenti piuttosto che acquistare lo stesso oggetto rivisto e corretto alla libreria dell’angolo!

Il collezionista di vinili preferirà un vecchio disco discutibile dal punto di vista acustico al suono perfetto di un CD registrato in studio e riprodotto in milioni di copie.

Un quadro, anche se sporco e rovinato, avrà maggior successo di un poster …

Il valore delle cose può quindi talvolta raggiungere quello degli anni!

Molti forse rideranno delle vostre patacche! E la vostra reazione sarà: “Ignoranti, non hanno capito davvero niente!” È proprio quella piccola imperfezione, quella rarità che fa amare la propria collezione.

Tuttavia l’idea conquista la testa delle persone. Il collezionista saprà vendicarsi? Il vintage non è mai stato così di moda come oggi! E per fortuna!

Scopri gli universi delle collezioni vintage su Delcampe.

Leggi le altre avventure della famiglia Vintage!

Héloïse

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.