Immediatamente dopo la sua creazione, la cartolina non ha solo permesso alla popolazione di scoprire paesi e città, ma anche di conoscere diverse personalità. Tra queste, le famiglie reali.

Le famiglie reali hanno sempre solleticato la curiosità delle persone e sicuramente alla fine del XIX secolo, epoca in cui i media non sono nemmenoc lontanamente paragonabili a quelli di oggi. Molte persone non hanno nemmeno una vaga idea di che aspetto abbiano i sovrani. Grazie alla fotografia prima e alle cartoline dopo, queste
personalità entreranno nelle case! Su Delcampe sono disponibili tante cartoline relative a re e regine, sia europei
che dell’Asia o dell’Africa.

Il caso del Belgio

Il tempo passa, le cartoline con i reali si diversificano sempre più. A partire dall’inizio del XX secolo, nascono le prime cartoline caricaturali. Tra gli altri, potremmo citare re Leopoldo II, al quale si rimprovera il carattere leggero.

Alberto I, il suo successore, soprannominato il re cavaliere in Belgio perché ha partecipato personalmente alla Prima guerra mondiale, è sempre rappresentato in uniforme. Questa cartolina celebra anche sua moglie, che era stata accanto ai soldati.

In seguito, la cartolina permetterà di rendere sempre più umani i membri della famiglia reale. Non si contano le cartoline che raffigurano i principi e gli eventi che vedono protagonista la famiglia reale, come il matrimonio del re Leopoldo III con la regina Astrid, per esempio.

Ma il caso del Belgio non è isolato, anzi. Numerose famiglie reali sono state immortalate grazie anche alle cartoline. Questa tradizione continua ancora oggi e offre ottime possibilità ai collezionisti di cartoline reali.

Scoprite le migliaia di cartoline reali su Delcampe.

Héloïse

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.