Quando pensiamo alle monete, la prima cosa che ci viene in mente sono quelle di metallo. Oro, argento, bronzo ... Non pensiamo certamente al cartone e invece questo materiale è stato utilizzato in più occasioni per battere moneta.

Le monete di cartone fanno parte di ciò che viene definito denaro di necessità. Queste monete hanno permesso di non utilizzare il metallo requisito durante le guerre. Si tratta ovviamente di monete relativamente effimere e di scarso valore. Hanno comunque consentito di acquistare derrate correnti per brevi periodi essendo poco falsificate, dato che il gioco non valeva la candela.

Queste monete sono state coniate soprattutto dagli stati o dagli enti locali, ma anche da alcune grandi imprese. Il cartone ha in effetti diverse qualità: è leggero, facile da stoccare e da stampare… Ha però un grande difetto perché in caso di umidità si rovina facilmente: ecco la ragione della breve durata di queste monete.

La moneta di cartone francese

Su Delcampe ci sono diverse monete di cartone utilizzate in varie zone della Francia nel corso della Prima guerra mondiale. Lille, Cahors, il dipartimento del Gers: ecco alcuni esempi di località che hanno emesso queste monete.

Più rare le monete francesi che si potevano utilizzare su tutto il territorio nazionale.

 

Non si possono ricordare le monete di cartone senza parlare di una particolarità di alcune di queste. Molte infatti hanno un timbro che ne autentica il valore, come è possibile vedere da questa moneta di Marsiglia. Anche in Spagna questa pratica era ampiamente diffusa.

 

 

Altre monete di necessità

L’uso del cartone come moneta è forse quello più inconsueto, ma questo materiale non è l’unico ad essere stato utilizzato per realizzare il denaro di necessità. Ricordiamo che queste monete sono state create per evitare l’uso di metalli “utili” in tempo di guerra. Per battere moneta sono stati infatti utilizzati metalli più leggeri, come l’ottone o l’alluminio. Cosa ancora più strana: ci sono state anche delle monete di porcellana.

Queste monete di necessità sono in gran parte uscite dalla circolazione alla fine della Prima guerra mondiale. La Germania però ne ha coniate ancora negli anni ‘20.

Oggi queste monete di necessità non sono più utilizzate e si trovano solo nelle collezioni dei numismatici. Numerosi esemplari sono però in vendita su Delcampe.

 

 

 

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.