La filatelia di beneficenza è ben nota ai collezionisti. Alcuni francobolli sono stati sovraprezzati per sponsorizzare una buona causa. La ricostruzione dell'abbazia di Orval in Belgio deve quindi molto alla filatelia.


Situata in Belgio, ad un chilometro dal confine con la Francia, l’abbazia di Orval è una delle poche abbazie trappiste al mondo. Mentre l’abbazia fu fondata nel Medioevo e visse diversi secoli in pace, i monaci che vi abitavano furono cacciati durante la Rivoluzione Francese. Dalla fine del XVIII secolo fino agli anni Venti del XX secolo, Orval cadde in rovina. Se oggi l’abbazia e il suo birrificio sono fiorenti è in parte grazie alla filatelia. Infatti, i profitti raccolti dalla serie Orval hanno finanziato parte del lavoro dell’abbazia e hanno deliziato molti filatelisti. Va detto che oggi, queste serie fanno parte del “must-have” dei collezionisti di francobolli belgi.

Conosci queste serie?

Prima serie

Nel 1928 fu emessa la cosiddetta serie “Prima Orval”. Basata su disegni di Gérard de Vlaminck e stampata in rotocalco, comprende 9 francobolli in 4 diversi disegni. I valori facciali di questi francobolli includono un sovrapprezzo per la ricostruzione dell’abbazia. Quindi, quando parliamo dei 5 centesimi, dobbiamo considerare 5+5 centesimi.
Questi francobolli nell’immagine qui sopra, emessi in gran numero, assumono un valore molto più alto quando sono annullati.
Ci sono diversi annullamenti. Le Giornate Filateliche di Anversa prima di tutto perché ce ne sono solo 5000. I francobolli sono annullati da un bollo tondo con la data del 3 e 4 novembre 1928.

Il 19 agosto 1929, una speciale sovrastampa con la L di Leopoldo III, una corona e la data vennero apposte su 5000 francobolli in occasione della posa della prima pietra del nuovo sito.

Nel settembre 1929, alcuni francobolli furono perforati con una doppia linea di punti a forma di freccia. Esiste orizzontalmente e verticalmente a seconda dei francobolli.

Seconda serie

Il 15 ottobre 1933 fu emessa la seconda serie di francobolli Orval, chiamata “Seconda Orval” o “Grande Orval”. Comprende 12 francobolli diversi. Dobbiamo i disegni dei cinque valori inferiori a Henri Vaes sulla base delle foto di W. Kessels. Gli altri 4 francobolli fanno parte dell’opera di Irene van der Linden. Infine, Jean Remy è l’autore del francobollo da 10 franchi. Tutti questi francobolli sono stati stampati in rotocalco.

Terza, quarta e quinta serie

Il 20 giugno 1939 fu emessa la serie “Terza Orval”. Questa serie di 6 francobolli si riferisce da un lato all’abbazia e dall’altro ai re Alberto I e Leopoldo III del Belgio per il suo valore massimo (5 franchi).

Il 1° luglio 1941 fu emessa una bellissima serie di 12 francobolli, la “Quarta Orval” o “Les Moines” disegnata da Hubert Dupond. Questa serie si riferisce ai monaci e alle loro attività. Il francobollo da 5 franchi, di solito grigio-nero, è disponibile anche in blu sotto forma di blocchi, anch’esso emesso nel 1942. Ci sono due tipi: uno riporta la dicitura Belgique-België e l’altro België-Belgique.

Il 9 ottobre 1943, la serie “Quinta Orval”, nota come “Lettrines”, raccoglie più fondi. Questa serie di 6 francobolli si basa sulle lettere che compongono la parola Orval.

Vuoi completare la tua serie di francobolli Orval? Trova i francobolli che ti mancano su Delcampe!

Scritto da Héloïse

Rispondi

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.